Una ragione per dirti di no di Rebecca Donovan

È uscito ieri per Newton Compton Editori il nuovo libro di Rebecca Donovan e sicuramente avrete visto anche il Review Tour in giro per la rete a cui molte colleghe hanno partecipato… avrebbe dovuto partecipare anche codesto Blog, ma ci sono stati degli imprevisti e per sapere cosa continuate a leggere.

  • Titolo: Per dirti no
  • Autore: Rebecca Donovan
  • Editore: Newton Compton Editori
  • Data di Pubblicazione: 19 Luglio 2018
  • Prezzo:
    • e- Book 4,99 €
    • Cartaceo 9,90 €
  • Disponibilità: Amazon

 

Lana Peri ha quindici anni e non ha paura di dire quello che pensa, persino quando, così facendo, rischia di mettersi nei guai (cosa che in effetti succede spesso). La sua incapacità di filtrare i pensieri non le ha fatto guadagnare molte simpatie. Lana ha sempre saputo che la verità sarebbe stata la sua rovina. Ma non aveva idea che sarebbe successo così presto. Accade tutto in una notte che sarà indimenticabile. Ma non in senso buono. Perché Lana assiste a ben due crimini violenti commessi dalla stessa persona. E se vuole proteggere i suoi amici, non può dire una sola parola. Il silenzio la rende complice del colpevole. Non che abbia scelta. Lui è potente. Intoccabile. Ed è amico di Joey Harrison, il ragazzo per cui Lana ha una cotta sin dal primo momento in cui si sono conosciuti. Le bugie la distruggeranno. Il silenzio li terrà al sicuro. La verità non avrà pietà per nessuno di loro.

Come accennavo all’inizio dell’articolo anche io avrei dovuto partecipare al Review Tour, ma siccome la mia valutazione non raggiunge la sufficienza, in automatico sono fuori dall’evento e pubblico in mia autonomia la recensione.

Avrete capito che il libro prende un voto molto negativo. Perchè? Perchè è praticamente una storia assurda e senza senso. Dalla trama ci aspetta di leggere un thriller emozionante che ti tiene con il fiato sospeso ad ogni pagina, ma invece ho letto una storia senza un filo conduttore se non dei ragionamenti assurdi della stessa protagonista.

Dopo un’inizio in cui la protagonista non fa che vantarsi di essere “sincera” e di non avere peli sulla lingua, esprimendo sempre il suo pensiero e  che questa sua caratteristica non è molto apprezzata da chi la circonda e molto spesso ha fatto terra bruciata attorno a lei, isolandola; viviamo insieme a lei una sua giornata tipo in cui prima scopre che il fidanzato della madre è già sposato e lo caccia di casa e che poi dopo il lavoro partecipa ad una festa organizzata dal ragazzo per cui ha un debole insieme ad un gruppo di amici non proprio apposto.

In questa serata tante le avventure allucinanti che contraddigono tutto il suo blaterare di buon senso e sincerità che aveva sbandierato all’inizio del libro. E la rendono complice anche di crimini, per cosa? Per non dare un dispiacere al ragazzo che le piace?

Esempio perfetto del proverbio: si predica bene ma si razzola male.

E per il resto, stendiamo un velo pietoso. Ho riscontrato solo messaggi negativi: non ti piace la tua vita e la tua situazione? Rassegnati tanto provare a cambiarla non serve. Non avere sogni o aspirazioni tanto non si realizzeranno mai. Ti piace un ragazzo e se vuoi fare colpo su di lui, devi naturalmente tacere su alcuni crimini di cui si è stati testimoni…

 

 

 

 

You may also like...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.