Nate di Celia Aaron

Oggi per voi cari lettori la prima recensione in collaborazione con la casa editrice Hope Edizioni… e vi parlerò del libro Nate di Celia Aaron.

Avevo salvato Sabrina da una carneficina di stampo mafioso quando aveva 13 anni. Una volta diventato il nuovo boss del clan di Philadelphia, l’avevo mandata nelle migliori scuole per tenerla il più lontano possibile da questa vita – e da me. Aveva funzionato alla perfezione.
Finché non aveva compiuto 18 anni. Finché non era tornata a casa. Finché non avevo realizzato che la timida ragazzina non esisteva più, e che al suo posto adesso c’era una donna dalla lingua affilata e con un corpo che esigeva la mia attenzione.

Avevo promesso a me stesso che le avrei resistito, per il suo bene.

Mentivo.

 

A volte le aspettative su un libro sono tante e poi quando ti ritrovi a leggerlo, resti delusa o entusiasta. Che cosa mi ha lasciato la lettura di Nate?

Devo ammettere che dalla trama e dall’inizio mi aspettavo molta più suspence, molti più colpi di scena, molti più intrighi ed enigmi… insomma molto di più. Perché vi dico questo? Innanzitutto ci troviamo di fronte a un Mafia Romance, quindi non possiamo aspettarci storie delicate, corteggiamenti romantici, passeggiate sulla spiaggia al tramonto come allo stesso modo non possiamo aspettarci di trovare personaggi delicati ed educati.

E quindi Nate è un tosto boss della mafia, è diventato il capo facendo il lavoro sporco, non avendo pietà dei suoi nemici, non concedendo il perdono a chi l’ha tradito. Nate è anche un uomo dal cuore grande, che ha avuto pietà per una ragazzina vittima del suo mondo e che non aveva colpa per gli errori dei genitori o per essersi ritrovata in mezzo al fuoco nel momento più sbagliato. Nate la salva e le concede un seconda possibilità: una vita lontana dalla mafia, dalla lotta per il controllo del territorio e dalla morte. Una vita senza di lui.

Sabrina è consapevole delle sue origini, del mondo che le ha dato i natali e conosce i lati più oscuri di quell’ambiente e nonostante ciò non vuole cambiare vita, non vuole vivere da privilegiata in una “parte bella” di qualsiasi città del mondo, vuole il mondo dove è cresciuta e che conosce, vuole Nate, il suo salvatore.

E in mondo in cui è facile morire, non si possono fare molti progetti per il futuro in quanto bisogna vivere alla giornata e prendersi tutto quello che si può, Nate e Sabrina non possono essere diversi da come l’autrice li descrive. Lei è una bambina cresciuta, a volte capricciosa, non ha esperienza in niente e cerca in tutti i modi di vivere intensamente il tempo che le viene concesso con Nate. Lui è maturo e quasi privo di speranza, ma non sa non resistere alla solarità e alla spensieratezza di Sabrina.

La loro storia è forte, erotica, passionale. A volte qualche lettore potrebbe storcere il naso per le scene di sesso, troppo e troppo esplicite, ma queste sono coerenti con il taglio del libro e dei personaggi, non possiamo avere dolcezza e delicatezza in una storia dove nessuno ha paura di torturare e uccidere un traditore, un infame, e poi andare a fare colazione come se niente fosse accaduto.

All’inizio mi era molto piaciuto l’incipit che l’autrice aveva dato. Ci ha presentato i pensieri dei personaggi e il loro modo di reagire a determinate situazioni. E mi sarebbe piaciuto, visto che c’erano diversi argomenti da approfondire come ad esempio la ricerca della talpa nell’organizzazione, che continuasse su questa strada, cosa che non ha fatto concentrandosi maggiormente sugli incontri sessuali e incontri/scontri tra Nate e Sabrina, dando il resto per scontato e presentando tutto a fatti avvenuti e decisioni prese.

Scritto alternando i POV dei due personaggi principali, degli altri personaggi che ruotano attorno alla storia e le cui azioni ne sviluppano la trama non conosciamo i pensieri e le sensazioni, e penso che questa mancanza in un intreccio così complesso lo penalizzi.

L’intreccio è poco sviluppato e i colpi di scena sembrano narrati solo per non far perdere l’interesse del lettore.

 

3 Sussurri delle Muse

 

E non dimenticate il Giveaway per vincere una copia cartacea di Nate.

Le Regole sono semplici:

  • 1. Commentate tutte le tappe del blogtour
  • 2. Condividete i post sui vostri social taggandoci
  • 3. Unitevi ai lettori fissi dei blog partecipanti
  • 4. Mettete mi piace alla pagina Facebook della Hope Edizioni

I Blog partecipanti:

L'immagine può contenere: testo

You may also like...

17 Comments

  1. Alice Dei Rossi says:

    Bella recensione! Un po’ diversa dalle altre…e per questo sono ancora più curiosa di leggere questo libro!
    Grazie ☺️

    1. Luisa Distefano says:

      Grazie. In che senso diversa?

  2. Paola Lobascio says:

    Tutte queste recensioni più che positive , non fanno che confermare quel che pensavo!!!
    Nate e Sabrina sono due personaggi che ci daranno molto da pensare ; e si daranno l’un l’altra , molto filo da torcere.
    Partecipo molto volentieri 😉🍀🍀

  3. Paola Lobascio says:

    Non vedo l’ora di poter leggere di Nate e Sabrina …
    Questa storia merita di essere letta, ne son convinta !!!
    Partecipo molto volentieri 😉🍀🍀

    1. Luisa Distefano says:

      Buona lettura! E fammi sapere cosa ne pensi.

    2. Luisa Distefano says:

      In bocca al lupo. Sono curiosa di conoscere anche il tuo parere!

  4. Selly says:

    Io l’ho valutato una stellina in più! Non sono una patita di mafia romance, ma Nate e Sabrina mi sono piaciuti!

    1. Luisa Distefano says:

      È una valutazione globale del libro.

      1. Selly says:

        si si, anche io parlavo in generale! 🙂

  5. ISABELLA MANTOVANI says:

    Mi piace che sia strutturato con i pov

  6. Angelina says:

    Wow! Mi piace la tua recensione Luisa.
    E’ bello poter vedere i diversi pareri che questo libro ha suscitato in ognuna di noi.
    La tua è un’analisi completa che terrò bene a mente quando leggerò il libro 😀

    Su FB Angela Ekaterina ALboreo

    1. Angelina says:

      Sugli altri blog il commento è a nome di Love is in the books

    2. Luisa Distefano says:

      Grazie. Cerco di analizzare il libro al di là delle opinioni e gusti personali.

  7. MARIANNA Di Lorenzo says:

    ti ringrazio per la sincerità della tua recensione. Avevo capito che l’autrice ha puntato molto sull aspetto erotico e ahimè spesso in questi casi si emargino altri aspetti che senz altro avrebbe potuto accrescere lo sviluppo del romanzo. Devo dirti che mi sto avvicinando da poco a questo genere di lettura e che comunque credo che il libro merita un occasione di lettura grazie

    1. Luisa Distefano says:

      Le mie recensioni sono sempre sincere! Leggi il libri e se ti fa piacere fammi sapere il tuo parere per un confronto.

  8. Laura Colucci says:

    La tua recensione à differenza delle altre è meno positiva ma ci sta perché ognuno di noi ha la propria idea e i propri gusti.

  9. Valentina says:

    Bella recensione, lo metterò in lista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.