L’ultima notte al mondo di Cristiana Meneghin

Buongiorno a tutti cari Lettori! Oggi torno alla carica con due recensioni. La prima in ordine di lettura e non per preferenza è il libro di Cristiana Meneghin… mi sarà piaciuto? Per scoprirlo continuate nella lettura.

  • Titolo: L’ultima notte al mondo
  • Autore: Cristiana Meneghin
  • Editore: PubMe
  • Data di Pubblicazione: 30 Aprile 2018
  • Prezzo
    • e – Book 2,99€
  • Disponibilità:

La storia di Freddi, un ragazzo che non sa cos’è l’amore, incontra quella di Nessi una ragazza che ha sofferto, forse troppo e ora cerca di cancellare il suo dolore e lottare per il presente.

Due ragazzi che in un’Italia segnata da una profonda crisi economica e da un’ Europa lacerata dall’ansia del terrorismo lottano per crearsi un angolo di mondo che possano chiamare casa.

Non è sempre facile recensire un libro e con L’ultima notte al mondo ho qualche difficoltà. Al primo impatto, leggendo il primo capitolo si ha l’impressione di trovarsi davanti una storia originale e appassionante, una protagonista tormentata dai sensi di colpa e che deve affrontare la perdita dell’uomo amato. Di sicuro temi non facili da affrontare e mi aspettavo di leggere anche del percorso psicologico di Nessi nell’accettazione della sua perdita, del dolore e della rinascita. In verità è possibile leggerlo ma è talmente veloce e irreale che ti lascia l’amaro in bocca: Nessi afflitta dal dolore che è sul punto di suicidarsi – Nessi rinsavita – Nessi incontra Freddi – Nessi prova una forte attrazione per lui – Nessi innamorata – Nessi guarita.

Tra i vari passaggi naturalmente una narrazione dei fatti affrettata e superficiale, ma soprattutto confusionaria. 

Non sono riuscita né ad apprezzare i personaggi né la storia. Per quanto possa essere scritta bene e non mancare i colpi di scena, anche questi sono inseriti nella narrazione a caso, senza passaggi logici, senza spiegazioni che ci aiutino a capire la loro facile e immediata risoluzione. Purtroppo il ragionamento logico nella mente dell’autrice che li ha ideati e risolti al lettore sfugge e non viene dato nessun indizio che possa permettere di arrivare alla stessa conclusione.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.