Jules

Jules si buttò sul letto senza accendere le luci. Voleva stare al buio. Affondò il viso nel cuscino stringendolo in una morsa con le mani e pianse. Le lacrime le uscivano copiose dagli occhi come sempre accadeva quando ripensava a quell’odiato giorno e i singhiozzi le scuotevano il corpo. – Amore … amore mio… – ripeteva piano senza avere né il coraggio né il diritto di invocare il suo nome.

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *