Il divoratore d’ombra di Gianluca Villano

Carissimi lettori come state? Avete già preparato i libri da leggere in vacanza? Io ne ho tantissimi in lista e mi chiedo se riuscirò a leggerli tutti, intanto però vi lascio la recensione di uno dei libri appena terminati.

  • Titolo: Il divoratore d’ombra
  • Serie: Saga della corona delle rose vol. 1
  • Genere: Fantasy
  • Pagine272
  • Data di Pubblicazione: 23 Agosto 2016
  • Prezzo:
    • e- Book 2,99 €
    • Cartaceo 12,75 €
  • Disponibilità:

Una volta ogni 40 giorni un Oblato del culto degli Esaminatori viene trasfigurato in Divoratore. Ogni 40 anni, attraverso una Cerimonia Solenne nel Tempio della società dell’Haorian, l’Uomo-Dio trasfigura un ragazzo in Divoratore d’Ombra: l’essere più devastante che si possa creare. Dopo soli 30 anni, Crios della città di Muelnor è il prescelto.

Durante una notte di manifestazioni soprannaturali, un Vento Misterioso e un Bianco Rapace si muovono furtivi alla ricerca di Logren, il cui fato sembra indissolubilmente legato a quello dell’amico Crios.Qual’è il destino che lento e inesorabile incombe su di loro?

Torno a parlarvi di storie fantasy e oggi tocca a Il divoratore d’ombra di Gianluca Villano, primo libro della saga della corona delle rose. Sono sempre molto critica con i libri fantasy, come ben sapete è uno dei miei generi preferiti e mi arrabbio da morire quando leggo storie che non hanno senso e si proclamano appartenti al genere. Ma non è questo il caso! Vi ho messo paura? ahahaha scherzetto.

Gianluca Villano con questo primo libro ci introduce nel mondo di Logren e Crios due amici che vivono in un mondo quasi in rovina, diviso in gerarchie e soggetto al potere della magia e di arti oscure. Mentre Crios è un Oblato destinato a diventare il divoratore d’ombra più temuto che si sia  mai visto, destinato a cambiare il mondo come i nostri protagonisti lo conoscono e riportare la pace nel mondo. Beh teoricamente è così, ma come ben si sa, nei fantasy poi tutto viene stravolto, verità sconosciute svelate e tanti altri segreti tenuti meticolasamente nascosti per evitare la distruzione o per impedire di perdere privilegi e poteri ottenuti.

Grazie ad una narrazione fluida e descrittiva, è facile perdersi nella lettura e immaginarsi di attraversare questi luoghi misteriosi, vedere le ombre che ci circondano, studiandoci e poi seguirci, oppure assistere alla routine quotidiana dei cittadini. Assistiamo alle avventure di Logren, che insicuro ma al tempo stesso deciso a cambiare la sua condizione, vuole diventare qualcosa di più di quanto è stato per tutta la vita. E le avventure e i cambiamente arrivano anche per lui…

Per essere il primo libro di una saga è ben costruito e introduce globalmente tutti i personaggi, facendoli di volta in volta conoscere singolarmente in modo quasi da prendere confidenza con loro. Molte sono le informazioni invece che vengono a mancare al lettore durante la lettura, ma che sono inserite in una sorta di glossario finale, questo è un frustante perchè si deve aspettare la fine del libro per avere le risposte che sorgono durante le pagine della storia.

Un finale non finale, in quanto resta aperto per il prossimo libro a cui credo sia collegato.

Se vi piace il genere fantsy vi consiglio la lettura del libro.

 

 

 

You may also like...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.