Come un’eclissi di Alessia D’Ambrosio

Alessia D’Ambrosio è tornata con il libro Come un’eclissi seguito di Come rette parallele e secondo volume de Uncrossed Series… e sono tornata anche io con la mia recensione.  😆 Paura? Why? Continuate a leggere l’articolo per scoprire quanto io sia stata cattiva con la mia vittima di turno…

  • Autore: Alessia D’Ambrosio
  • Editore: Les Flâneurs Edizioni
  • Serie: Uncrossed Series #2
  • Data di Pubblicazione: 4 Marzo 2018
  • Genere: Romanzo Rosa
  • Prezzo:
    • e -Book: 3,99 €
    • Cartaceo: 13,06 €
  • Disponibilità: Amazon.

 

“Ho incrociato le nostre rette parallele”.

È con quel pensiero rassicurante e la promessa di stare insieme per sempre che Christopher saluta Isabella in aeroporto e la guarda partire alla volta di Roma, senza rendersi conto che la felicità ha un prezzo e quello che dovrà pagare lui sarà molto alto.

Matt è un uomo distrutto dal dolore per aver perso Ia donna che ama. Cerca in tutti i modi di andare avanti e lo fa rifugiandosi tra altre braccia, per non pensare, per non crollare. Isabella ha preso la sua decisione, sofferta ma necessaria. Ha deciso di affrontare i suoi demoni, chiudere con il passato e ricominciare da capo.

Ma quando ritroverà quegli occhi davanti a sé, sarà costretta a rimettere in discussione tutte le sue scelte e ammettere che forse, solo forse, la vita è troppo imprevedibile per poterla pianificare a tavolino.

Perché certe volte l’amore ha la stessa durata di un’eclissi: un brevissimo istante per riconoscersi e un lungo e doloroso addio prima di ritrovarsi di nuovo.

Di solito il secondo volume di una seria crea tante aspettative nel lettore, soprattutto se si è amato il primo volume. E lo ammetto ero curiosissima di scoprire come Alessia avrebbe continuato la storia e come l’avrebbe impostata, ma avevo anche timore che, come spesso accade, di restarne delusa.

Per tranquillizzarvi…. NON SONO DELUSA DEL LIBRO… ANZI!

Tanti possono essere gli errori in cui un autore può incappare, sviluppando una storia in più volumi primo fra tutti la ripetitività e la conseguente noia.

Se Come rette parallele vi è piaciuto… adorerete sicuramente Come un’eclissi.

Dove eravamo rimasti? Isa ha lasciato Matt e ha deciso di tornare in Italia; Chris l’aveva raggiunta in aeroporto scegliendola, incrociando finalmente le loro rette parallele e pronto a fare una pazzia aiutato dall’immancabile amico Percy; Matt tradito e ferito che torna dalla sua ex per consolarsi.

E da qui il primo cambiamento, l’indeciso Chris che molla tutto per rincorrere l’amata Isa e seguirla in Italia, si trova di fronte all’ennesimo bivio e prende una decisione che va oltre il giusto o sbagliato, dettata proprio dalla sua crescita interiore e dal prendere coscienza delle proprie responsabilità, del diventare uomo.

 

 

…Ho perso Isabella, sono costretto a sposarmi, a mettere al mondo un figlio che non voglio, niente ha più senso.
Il un mondo ideale, ora sarei diretto all’aeroporto… Ma questo non è un sogno e la realtà mi impone altro, sono costretto a vivere ma una vita che
non voglio, che non ho scelto, ma che allo stesso tempo, farà felici tutti. Poco importa se l’unico a soffrire sarò io…

 

 

 

Isa si è ritrovata ad essere tradita per l’ennesima volta da uno dei uomini che ama tanto. Aveva scelto l’amore esplosivo, l’amore impossibile, l’amore tenebroso, quello sbagliato e che fa male.

Ma lei è forte e prova in tutti i modi a dimenticarlo e a superare la sofferenza dell’abbandono, non dimentica l’amore per Matt quello semplice e giusto, che l’ha sempre fatta stare bene.

L’amore per Chris è forte, complicato, inteso… ha creato solo sofferenze e rimpianti
L’amore per Matt è puro, semplice che completa….

 

 

 

Matt è ferito nel profondo dell’anima, e deluso torna dalla sua ex usandola per dimenticare e per sfogare il suo dolore, creando squarci nelle sue ferite già profonde.

 

La mia vita era perfetta… Stavo bene, ero felice, sorridevo.
Poi tutto è cambiato.
Così, in poche ore con poche parole, il  mondo mi è crollato addosso. Non so definire con certezza quello che provo: delusione, gelosia, rabbia, sconfitta, paura?

Di certo non c’è più traccia di felicità.

 

 

 

Questa è la situazione iniziale della nostra storia, come si evolverà? Ci sarà il solito tira e molla e poi un finale senza finale? Che cosa c’è di diverso dal primo romanzo?

Innanzitutto tra Isa, Chris e Matt non ci sono più segreti. Per quanto impossibile la verità dei fatti li ha resi liberi di decidere cosa fare e come andare avanti. Se rialzarsi dalla caduta o crogiolarsi nella commiserazione. E ciascuno dei tre prova ad affrontare il proprio dolore e a rialzarsi, cercando di sopravvivere a metà, perché nei loro cuori e nelle loro anime manca sempre qualcosa per completarli.

Come le persone reali, provano a rimettere insieme i cocci delle loro vite, infelici e incapaci di vedere la luce in fondo al tunnel. Il destino, però per mano dell’autrice, fa incrociare di nuovo le loro strade e li rimette a confronto. Adesso sono più maturi, diversi e uguali allo stesso tempo, consapevoli del passato e dei loro sbagli e delle conseguenze delle loro azioni. Hanno però bisogno l’uno dell’altra e il primo passo da fare è il perdono, seguito dalla comprensione e dal rendersi conto che il legame tra loro è più forte di quanto potessero immaginare.

Molto profondo il legame di Amicizia che unisce il gruppo. In un mondo reale forse Matt e Chris non sarebbero mai tornati a parlarsi, ma invece il messaggio positivo che l’autrice ci trasmette è proprio concentrato in due momenti salienti della storia: la rappacificazione tra i due amici e un nuovo rapporto basato sulla sincerità e la creazione, tramite l’aiuto di Percy, di una sorta di grande famiglia allargata dove gli sbagli non vengono giudicati e condannati ma compresi e affrontati, dove ci si aiuta a vicenda e senza chiedere in cambio niente se non un abbraccio sincero. L’Amicizia e la Fratellanza senza legami di sangue possono esistere, basta non solo desiderarlo ma volerlo e lottare per difenderli.

Isa, Chris e Matt fanno continuano a fare delle scelte. Affrontano le loro paure e le loro insicurezze e, cosa assai normale continuano a sbagliare.

Sebbene sembri che tutta la storia sia incentrata sulla maturazione di Isa e Matt, della ricostruzione del loro rapporto e della capacità di fidarsi di nuovo l’uno dell’altro, non manca la crescita di Chris che affronta la sua paura del diventare o essere costretto a diventare padre di un figlio che non vuole e la vede trasformarsi nel senso di protezione e d’amore incondizionato per la figlia appena nata.

In Sintesi…

Una storia dallo stile accattivante, scorrevole, appassionante. Una storia vera che fa sognare il lettore. Grande capacità di Alessia D’Ambrosio di trascinare il lettore nella storia. I personaggi si evolvono psicologicamente dal primo al secondo volume e durante tutta la storia, fino alla fine a essere di nuovo diversi e più maturi e consapevoli. La voglia e il coraggio di amare permane tutto il romanzo. Un pò di confusione nei passaggi temporali quando quando il personaggio parla sia dei ricordi passati sia del presente. Il personaggi di Percy è stato trascurato dalla narrazione.

Un finale dove non poteva mancare, secondo lo stile dell’autrice il colpo di scena.

I Sussurri delle Muse per Come un’eclissi di Alessia D’ambrosio sono… 4

 

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *