Chiave di violino di Marta Arvati

Carissimi lettori buon pomeriggio! Non lo dite a nessuno ma la nostra amica Marta Arvati, dopo il suo primo romanzo per Collana Floreale dal titolo La lunga strada di Sara … è tornata con un spin – off che può tranquillamente essere letto da solo. Curiosi? Anche io! Andiamo a dare una sbirciatina.

  • Titolo: Chiave di violino
  • Autrice: Marta Arvati
  • Editore: Collana Floreale – PubGold/ PubMe
  • Data di Pubblicazione: 21 Agosto 2018
  • Genere: Romanzo Rosa
  • Prezzo:
    • e – Book 2,99 €
    • Kindle Unlimited Gratis solo per 3 mesi
  • Disponibilità:
    • Amazon

“Credeva di poter amare solo la musica, finché non ha incontrato lei…”

Enrico, giovane cantautore di successo, ferito dalla ragazza che amava e dal suo ormai ex amico Alessandro, decide di lasciare la sua città, Roma, e di trasferirsi a Bologna, spinto dal bisogno di cambiare aria.
Vecchi amici e nuove conoscenze gli permetteranno di dare una svolta alla sua vita e fondamentale sarà per lui l’incontro con Anita, una giovane e talentuosa musicista che nel trambusto della vita quotidiana ha purtroppo abbandonato la sua passione, perdendo in tal modo una parte importante di sé.

“Tu e la musica siete la stessa cosa. Se lasci da parte la musica, lasci da parte te stessa.”

Sulla scia di una naturale affinità, nascerà subito tra i due una bella amicizia, che via via, nel cuore di Enrico, si trasformerà in un sentimento ben diverso. Ma Anita è fidanzata, e ciò spinge Enrico a reprimere i propri sentimenti, o quantomeno a provarci…
A fare da sfondo alle vicende narrate sarà la musica, vista non solo come un armonioso insieme di note, bensì come passione, sogno, vita, amore, filo conduttore che lega le vite dei protagonisti portandoli a riscoprirsi a vicenda specchiandosi l’uno nell’altra.

“Tu sei la musica che ha infranto il silenzio del mio cuore.”

***

Questo romanzo nasce come spin – off di un altro romanzo: “La lunga strada di Sara”, ma può essere letto come un’opera a sé stante, perché alcuni antefatti vengono comunque narrati nel corso del racconto.

RECENSIONE: LA LUNGA STRADA DI SARA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.