Beren e Lúthien di John R. R. Tolkien

Chi ha letto il Silmarillion e Il Signore degli Anelli e li ha amati, non può non leggere – insieme a tutti gli altri scritti di Tolkien – questo romanzo. L’ho atteso per anni e finalmente quest’estate sono riuscita a leggerlo e come sempre il primo pensiero al termine della lettura è stato un profondo ringraziamento a Christopher, il figlio dell’autore, che ha rimesso insieme gli scritti del padre e ci ha permesso di conoscerli e apprezzarli.

  • Titolo: Beren e Lúthien
  • Autore: John R. R. Tolkien
  • Editore: Bompiani
  • Data di Publicazione: 1 Giugno 2017
  • Genere: Fantasy
  • Formato:
    • e – Book 9,99 €
    • Cartaceo (copertina rigida) 18,70 €
  • Disponibilità:
Web Hosting

La storia della coppia fantastica a cui già si allude in altre opere di Tolkien è il cuore di questo inedito molto atteso dagli appassionati, che la racconta per esteso: quello tra Beren e Lúthien è un amore contrastato, tra un umano della Terra di Mezzo e un’elfa di stirpe regale. Lui mortale, lei immortale, divisi dalla razza, uniti dalla passione e dalla tenacia: il padre di Lúthien si rifiutò di concedere a Beren la mano della figlia, ma ben sapeva di non poter contrastare per sempre i due innamorati. Così sfidò l’umano a portargli uno dei Silmaril della Corona di Morgoth, promettendogli in cambio la sua benedizione. Una missione impossibile che invece riuscì. Beren, ferito a morte, fu poi salvato in extremis, e Lúthien rinunciò all’immortalità per essere sua pari.

Web Hosting

In questo volume Christopher Tolkien ha cercato di estrapolare la storia di Beren e Lúthien dal contesto più ampio in cui era contenuta; ma il racconto ha subito cambiamenti e si è evoluto man mano che l’orizzonte della Terra di Mezzo si è allargato. Per mostrare la vitalità di questo nucleo narrativo il curatore ha scelto di raccontarla attraverso le parole di suo padre prima nella sua forma originale e poi in passaggi di prosa e di poesia appartenenti a testi posteriori: qui insieme per la prima volta, tutti contribuiscono a rivelarne l’immediatezza.

Una piccola premessa: la scrittura di Tolkien non è facile da apprezzare. Perché? Come già accennato in un articolo precedente del blog a lui dedicato (leggi qui) lui è un linguista e come tale ha un modo tutto suo di scrivere, frobito e ricercato, con un uso particolare di termini nella sua lingua madre, che spesso trovano una difficile traduzione in italiano o altre lingue. Questo non vuol dire che sia impossibile leggerlo e comprenderlo, ma solo che è necessario un pizzico di concentrazione in più.

Per chi ha già letto i libri di Tolkien o visto le trasposizioni cinematografiche, sarà più facile approcciarsi alla storia e fare i collegamenti della situazione. Ma sono sicura che anche non conoscendo questi personaggi o il loro mondo, il lettore può apprezzarli e affezionarsi a loro e alla loro storia.

Accompagnati dalle annotazioni/spiegazioni di Christopher che raccontano il modo in cui abbia estrapolato tutti gli estratti dai vari scritti del padre in cui vengono citati Beren & Lùthien, impariamo a conoscere la purezza e l’impossibilità del loro amore e della loro travagliata storia.  Impossibile in quanto lei è un Elfo immortale e lui un semplice uomo mortale… non vi ricorda niente? Io penso proprio di sì… 

Il libro si divide in due parti: una in prosa e l’altra in versi. Potrebbe sembrare banale e superfluo dover leggere in versi quello che si è già letto in prosa e che non racconta niente di diverso, se non degli approfondimenti, riguardo alla storia principale. Invece credo che ci permette di apprezzare ulteriormente il processo creativo dell’autore: grazie ai suoi numerosi appunti possiamo assistere al cambiamento e alla caratterizzazione dei personaggi da quando erano solo un bozza a quando sono diventati reali e protagonisti di una loro storia e del mondo narrativo tolkienianno.

È stato semplice e naturale perdersi nei fantastiche descrizioni dei luoghi. I film, per chi li ha visti, danno uno stimolo in più a ricreare nella mente del lettore i paesaggi maestosi degli uomini, i boschi magici degli Efli o il mondo oscuro di Morgoth.

Una storia d’avventura, di battaglie tra bene e male, di vittoria dell’amore puro e incodizionato, di sacrificio e di speranza ambientata nel fantastico mondo senza tempo di Tolkien.

You may also like...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.