Anime Gemelle: Marcus & Jules di Luisa Distefano

Cari lettori a pochi giorni dal secondo anno dalla pubblicazione del mio libro, torno a parlarvi di Anime Gemelle: Marcus & Jules, presentadolo con le mie parole a voi lettori. Ricordandovi che il secondo volume dedicato a Brianna & Dane è in stesura.

  • Titolo. Anime Gemelle: Marcus & Jules
  • Autrice: Luisa Distefano
  • Editore: Self Publishing
  • Genere: Romance
  • Data di Pubblicazione: 9 Ottobre 2016
  • Prezzo:
    • e – Book 2,99 €
    • Cartaceo 9,99 € – 21,00 € in base allo store
    • Kindle Unlmited Gratis
  • Disponibilità:

Jules: una donna forte e determinata, un chirurgo, ma anche moglie devota e madre amorevole. Un passato difficile l’ha fatta crescere in fretta, dandole e togliendole tanto, fino ad oggi quando la sua vita appare “perfetta”.

Marcus: un uomo brillante e sincero, ma ferito dagli affetti e tradito dalla donna che ama.

Evan: un uomo coraggioso, che vive la sua omosessualità nel silenzio e nella paura dei pregiudizi per proteggere la figlia Zoe.

Cosa accomuna queste tre persone?
Che cosa accadrà quando il presente li metterà per l’ennesima volta di fronte ad una scelta difficile?

E il passato, con i suoi segreti, tornerà a bussare alla porta di ognuno di loro chiedendone la resa dei conti?

Quali aspetti delle loro personalità emergeranno per mantenere intatti gli equilibri esistenti e a quali compromessi dovranno sottostare per essere davvero “felici”?

Luisa ha 36 anni e sin da bambina ha divorato libri di ogni genere, prediligendo i generi romance, fantasy e thriller.
Ha sempre amato scrivere, raccontarsi attraverso le sue parole e i suoi personaggi. E con Anime Gemelle: Marcus & Jules, suo primo romanzo, vuole far conoscere il suo modo di vedere e analizzare la realtà, i sentimenti, le persone, i rapporti familiari, parlando d’amore in tutte le sue sfumature, sentimento che può rendere felici o far soffrire, ma che governa il cuore di ogni essere umano.
Luisa scriver per dare emozioni a chi legge e riuscire a trasmettere, anche raccontando la realtà nella sua brutalità, un messaggio di speranza e fiducia nelle persone e nell’amore.
Sta scrivendo il seguito del romanzo, che avrà il titolo di Anime Gemelle: Brianna & Dane e a Settembre ha pubblicato un nuovo libro…. Per dirsi Ti Amo.

Ho sempre adorato leggere delle storie d’amore nei romanzi rosa. E contemporaneamente non disdegnavo gli altri generi, anzi mi sono appassionata al Fantasy e ai Romanzi Storici. Mi sono messa a leggere tutto quello che attirava la mia curiosità. Ma il primo amore non si scorda mai e sulla mia scrivania c’era sempre un romanzo rosa pronto per essere letto o finito.

Dopo qualche anno però trovano molte di quelle storie un po’ simili tra loro. Di norma raccontavamo dell’incontro più o meno burrascoso dei due personaggi principali, che o si innamoravano subito o provavano una forte attrazione fisica per poi innamorarsi, affrontavano una serie di problemi insieme e consolidavano il loro amore e poi alla fine tutti vissero felici e contenti. E a lettura terminata mi sorgeva spontanea la domanda: L’AMORE È VERAMENTE QUESTO? UN SEMPLICE IDILLIO IN CUI TUTTO PROCEDE SEMPRE LISCIO PER FINIRE BENE? Per me non era così.

Dando sfogo alla mia fantasia, iniziai a scrivere tanti racconti che mai nessuno ha letto. Mi veniva in mente una storia e la scrivevo, affezionandomi ad ogni personaggio.

Intanto crescevo e mi preparavo ad affrontare i problemi, le delusioni, i tradimenti, le gioie, le conquiste, le perdite, gli arrivi, i sogni spezzati della vita che ahimè non è tutta rosa e fiori.

Affrontavo il mio carattere con pregi e difetti e il mio approcciarsi alla vita e al rapporto con gli altri, la mia capacità di prendere delle decisioni e affrontarne le conseguenze, il fare i conti con i miei errori, capirli e avere l’umiltà di chiedere scusa, il cadere e sapersi rialzare. E soprattutto il mio cambiamento, da bambina a donna. E insieme a questo cambiava la mia visione della vita e la voglia di scrivere cresceva. È cresciuta tanto, fino a riprendere in mano tutti quei racconti, a chiedermi cosa avrei voluto leggere io in un romanzo.
Le risposte:
1) Volevo scrivere un romanzo d’amore, in cui l’amore fosse protagonista ma l’amore non è solo quello che unisce due persone in una coppia o per i figli, l’amore per me è molto di più.
2) L’amore è un paradosso, in grado di cambiare la vita e renderti felice ma allo stesso tempo di farti soffrire alla follia.
3) L’amore è il sentimento per cui vale la pena fare sacrifici e solo amando possiamo essere vivi.

Insomma volevo scrivere dell’amore. E così ho fatto.

Rileggendo i miei racconti e basandomi sulla mia esperienza personale abbastanza travagliata, dapprima ho approntato una storia in linee generali che potesse ricreare la storia d’amore perfetta. I due personaggi principali si amano follemente e la loro storia fa quasi invidia a tutti e il resto dei personaggi fa da contorno. E poi? E poi ho distrutto questa perfezione, intromettendo nella storia dei due protagonisti le storie di tutti gli altri personaggi. Ho creato una situazione ancora più assurda e ho distrutto anche questa, per fa capire ai miei personaggi (che io adoro) che nemmeno quello che avevano creato per conformarsi a certi canoni andava bene e dargli il coraggio di lottare per quello che veramente volevano, amare senza riserve perché secondo me solo la forza dell’amore e della speranza ci rende forti, e vivere la vita. E alla fine tra intrighi e segreti svelati, ogni pezzo del puzzle è tornato al suo posto. L’amore ha trionfato e si è avuto un lieto fine.

In questo romanzo però non ci sono due protagonisti. Ogni personaggio lo è e la sua storia si intreccia ed è vissuta contemporaneamente a quella dei protagonisti e sarà raccontata successivamente.
Ammetto che è stato difficile scriverlo. Ero sicura dell’inizio e della fine della storia, ma l’intreccio è cambiato così tante volte con l’evolversi della storia che a volte mi sono chiesta: ma io questa cosa non l’avevo pensata ed invece l’ho scritta. Sono stati in qualche modo i personaggi a suggerirmela.
Ho affrontato temi forti e attuali cercando di far comprendere il mio punto di vista e il messaggio che voglio dare con il mio scritto.
A chi mi sono ispirata? A tutto quello che poteva darmi ispirazione. A tutti i libri letti nella mia vita. Alle serie tv o ai film visti. Ai racconti dei nonni. Ma soprattutto alla vita vera e alla mia esperienza personale. E a me stessa. Ogni personaggio ha un briciolo di me stessa e contemporaneamente rappresenta qualcuno che ha fatto parte della mia vita. Chi? Beh, non posso svelarlo ma chi mi conosce bene forse potrà riconoscersi in uno di loro.

Continuo a scrivere. Ci sono altri personaggi del romanzo che aspettano che io racconti la loro storia e inoltre scrivo anche poesie che magari raccoglierò tutte insieme e più avanti ne farà un libro. Mi piacerebbe fare di questa passione di raccontare emozioni una professione e spero un giorno di entrare in una libreria e vedere su uno scaffale i miei romanzi, fino ad allora continuerò a scrivere per me stessa e per tutte quelle persone che vorranno leggere le mie parole.

Ho altre storie in mente e altri personaggi nel cuore. Desidero affrontare altri argomenti importanti, che purtroppo la società ritiene tabù o affronta solo con determinati stereotipi, per paura di esporsi ed essere al centro del ciclone. Ma chi ha detto che smuovere le acque o far scoppiare una bomba non porti alla verità e ad una vita migliore? Ma questa è un’altra storia.

Ho una storia nel cuore a cui tengo particolarmente dare voce, ma credo che ancora non sia arrivato il suo momento oppure è arrivato, solamente sta aspettando che finisca le altre che sono arrivate prima di lei per poi essere al centro dell’attenzione com’è giusto che meriti.

COS’E’ L’AMORE?

Cos’è l’amore?
È quello che raccontano i poeti?
Di grandi eroi che sconfiggono mostri mitologici per conquistare una dama?
È quello che nasce dall’essere colpiti dalla freccia di Cupido?
È quello che per avere una donna fa scoppiare guerre fra nazioni?
E quello che rimbecillisce il cervello del più intelligente genio dell’universo trasformandolo in una marionetta magistralmente diretto da una donna?

L’amore è anche questo ma soprattutto molto di più.
L’amore è un paradosso ed è la cosa più semplicemente complicata del mondo.
L’amore è cercarsi e pensarsi di continuo senza capirne il motivo.
E’ stare ore e ore al telefono senza voler riagganciare trovando sempre un argomento di cui parlare.
E’ stringersi la mano mentre si mangia
E’ abbracciarsi stretti dopo aver fatto l’amore
E’ consolarsi l’un l’altro e incoraggiarsi.
Ma non solo.
L’amore è anche fare scelte sbagliate credendo che siano giuste.
E’ anche tradire la fiducia delle persone pur di ottenerlo.
E’ anche fare del male alle persone che si amano con le proprie scelte.
È anche perdere la propria dignità per difenderlo.
L’amore è fidarsi di una persona
Che ti dichiara il suo amore eterno
E che poi ti pugnala alle spalle.

L’amore è amare una persona
Che invece ti disprezza e vuole solo usarti

L’amore è paradiso e inferno
Gioia e tormento
Felicità e odio.

L’amore è speranza e delusione
Conquiste e sogni infranti.
L’amore è razionalità e follia
Ingegno e pazzia
Concretezza e mistero.

L’amore è volere tanto una persona
E lasciarla perché è sbagliata
Soffrendo ma riuscendo a dimenticarla.

E allora cosa è l’amore?
L’amore non è niente di meno di tutto questo ma molto di più.

E per comprendere cosa sia c’è solo un modo:
viverlo appieno e in tutte le sue sfumature.
Per capire cos’è l’amore non resta che amare.

You may also like...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.